Andrew Wood, l’anima del grunge

Andrew Wood | They Are Gone - A Rockstaras Tribute

Se conosciamo il grunge è decisamente merito suo. Andrew Patrick Wood nasce a Columbus l’8 gennaio 1966. Ultimo di tre figli, cresce a Bainbridge Island e la sua infanzia è segnata dalla musica, grazie ai genitori che incoraggiano i 3 figli all’acquisto e allo studio di strumenti musicali.

La prima esperienza in gruppo di Andrew è a 14 anni con i Malfunkshun insieme al fratelo Kevin e all’amico Ron Hagar. Ognuno di loro assume un nome d’arte: Andrew diventa “Landrew the love child” e nel suo piccolo ha già atteggiamenti da rockstar consumato, utilizzando trucchi esagerati tipici del glam rock. Come tante rockstar inizia a testare droghe e nel 1985 entra in comunità di recupero. Le attività del gruppo continuano fino al 1988 con la pubblicazione di alcune demo e l’apertura di concerti di altre band di Seattle.

La band si scioglie nel 1988 e Andrew e Regan iniziano a provare assieme a Stone Gossard e Jeff Ament, ex componenti dei Green River, esibendosi come coverband sotto il nome di Lords of the Wasteland. Regan esce dalla band e il suo posto viene preso da Greg Gilmore e si aggiunge anche Bruce Fairweather: la band cambia nome e diventa Mother Love Bone.
Cominciano a registrare musica propria e nel 1989 pubblicano l’EP Shine. Dopo aver firmato per la PolyGram, la band inizia a registrare l’album d’esordio. In vista dell’uscita dell’album Andrew decide di entrare in riabilitazione al Valley General Hospital Alcohol Drug Recovery Center di Monroe.

Il 16 marzo 1990 Andrew Wood viene trovato in coma da overdose dalla sua fidanzata Xana La Fuente. Trasportato d’urgenza all’Harborview Hospital di Seattle, in un primo momento reagisce bene alle cure ma un’aneurisma celebrale complica la situazione. Il 19 marzo 1990 i genitori danno l’assenso a staccare i macchinari che lo tengono in vita e Andrew muore con in sottofondo A night at the Opera dei Queen, il suo disco preferito. Il loro album di esordio Apple viene pubblicato a luglio dello stesso anno.

Dopo la morte Chris Cornell, cantante dei Soundgarden e suo compagno di stanza, e altri componenti dei Mother Love Bone si uniscono nel gruppo Temple of the Dog e pubblicheranno un album omonimo all’amico prematuramente scomparso.